Associazione famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale

CASA RUBBI,
IL SOGNO DELLE ASSOCIAZIONI DELLA DISABILITA’ BASSANESE DIVENTA REALTA’

Il progetto CASA RUBBI è una sfida al futuro, un impegno che ci assumiamo per una società di crescente inclusione, pari dignità e opportunità per tutti i cittadini di questo territorio.

Questo progetto nasce da una richiesta vera, concreta, di molti disabili spesso gravi e delle loro famiglie di avere un luogo dove poter trascorrere una vita serena, accolti e accuditi con amore e rispetto. Ma anche dal desiderio di tutte le associazioni della disabilità di dare vita ad un laboratorio di esperienze, di scambio di progettualità dove le persone, senza differenza alcuna, potranno incontrarsi, confrontarsi e affrancarsi. Lavoriamo insieme   per migliorare la qualità della vita dei nostri famigliari disabili e delle loro famiglie e perseguire un unico grande obiettivo: concorrere ad una società più giusta ed umana. Questo è il nostro impegno comune e la nostra forza.

 

CASA RUBBI, UNA CASA PER IL FUTURO

Una Casa per il futuro dei nostri figli, fratelli e sorelle diversamente abili. Un luogo dove tenerezza ed amore sono i punti di forza della quotidianità.

In un mondo dov’è difficile descrivere cosa sia la normalità, la diversità è l’unica cosa che abbiamo tutti in comune.

Da qui il “senso” di questa nuova “Comunità”, Casa Rubbi, centro diurno e comunità alloggio dove i nostri ragazzi, che necessitano di assistenza continua, potranno trovare rispetto della loro dignità e libertà, condivisione e partecipazione alla vita e alle attività che il territorio bassanese offre così generoso.  Una comunità aperta, disponibile, inclusiva.

Casa Rubbi è un percorso integrato nel territorio, una sinergia tra pubblico e privato che collabora con le scuole, le aziende, i professionisti, le associazioni e tutte le Istituzioni.  Un SOGNO delle Famiglie ANFFAS e di tutte le associazioni del territorio impegnate nella disabilità.

Il NOSTRO SOGNO che sta diventando realtà. Condividilo con Noi ed anche TU potrai esserne FIERO.

Grazie per il tuo Contributo.

La famiglia ANFFAS

 

COME PUOI CONTRIBUIRE A QUESTO SOGNO?

Il progetto CASA RUBBI, che comprende la realizzazione di un CENTRO DIURNO e di UNA COMUNITA’ ALLOGGIO avrà un costo complessivo stimato di 2.400.000 euro.
Il Centro Diurno, di competenza Anffas, concorre per 1.400.000 euro. A fronte di questo investimento Anffas ha stanziato 500.000 euro (il 90% del suo patrimonio) al quale si aggiunge un contributo del Comune di Bassano del Grappa di 400.000 euro. Secondo il progetto approvato, la Fondazione Pirani Cremona si è impegnata a realizzare la Comunità Alloggio.

Per il Centro diurno mancano ORA all’appello 500.000 euro. Ogni piccola goccia di solidarietà è importante. 

Se vuoi, puoi aiutare a raggiungere questo risultato con una donazione intestata a:

ANFFAS ONLUS DI BASSANO DEL GRAPPA
via Porto di Brenta, 7
36061 BASSANO DEL GRAPPA

CENTROVENETO BASSANO BANCA – Credito Cooperativo
IT 40 T 08590 60161 028000018167
Erogazione liberale “Progetto CASA RUBBI”

Ti ricordiamo che le erogazioni liberali a favore delle ONLUS sono deducibili dal tuo reddito imponibile nella misura del 10% del reddito complessivo, fino ad un massimo di 70.000 euro.

 

 

LE TAPPE D UN LUNGO CAMMINO

1999/2006

– Uno studio del servizio disabilità dell’ULSS 3 rileva che le strutture residenziali destinate a persone disabili in grado di gestire il “dopo di noi” saranno in futuro insufficienti. Nasce il Progetto AL.FA. (Altra Famiglia)
– La Conferenza dei sindaci dei 28 comuni dell’ULSS 3 approva il progetto AL.FA e costituisce il gruppo di lavoro per individuare possibili soluzioni (Comitato AL.FA.)
– La Fondazione Pirani-Cremona viene designata come coordinatrice e realizzatrice del progetto individuando nell’area agricola di Casa RUBBI (circa 33.000 mq) il sito più idoneo per accogliere le strutture.

2007/2013
– Il progetto iniziale presentato dalla Fondazione Pirani-Cremona prevede una serie importante di strutture, utilità e servizi accessori per un costo previsto di € 5.790.000 a fronte del quale il Comune di Bassano del Grappa si impegna a contribuire per € 1.200.000.
– La crisi economica esplosa nel 2009 costringe il Comitato AL.FA. a ripensare e a ridimensionare il progetto. La Fondazione Pirani-Cremona subisce una crisi di liquidità ed il progetto rischia di naufragare.
–  ANFFAS, capofila delle associazioni della disabilità bassanese destinatarie del progetto, decide di impegnare il 90% del proprio patrimonio (€ 500.000) per individuare una soluzione sostenibile per la realizzazione delle strutture essenziali: un Centro Diurno e una Comunità Alloggio per persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.
– ANFFAS e Fondazione Pirani-Cremona decidono di comune accordo che l’Associazione ANFFAS, con il contributo di € 400.000 del Comune di Bassano del Grappa, si occuperà della costruzione del Centro Diurno mentre la Fondazione Pirani-Cremona, con mezzi propri, si farà carico della realizzazione della Comunità Alloggio.
– ANFFAS acquisisce dalla Fondazione il lotto di terreno di 3.060 mq per l’edificazione del Centro Diurno.

2014/2016
– Il progetto definitivo viene depositato al Comune di Bassano del Grappa per le necessarie autorizzazioni, insieme alla richiesta di contributo destinato alla realizzazione del Centro Diurno.
– E’ ottenuta l’autorizzazione alla realizzazione da parte della Regione Veneto ed il Comune di Bassano  del Grappa delibera il contributo di € 400.000
– Tenuto conto delle risorse disponibili,   si decide di avviare il progetto con la realizzazione delle strutture “al grezzo” e, dopo aver espletato la gara, di affidare i lavori all’impresa MU.BRE. Srl di Marostica.
– A febbraio 2016 si apre il cantiere per la costruzione del Centro Diurno e il 19 marzo Comunità ANFFAS, associazioni della disabilità bassanese, amministratori e cittadinanza del comprensorio bassanese festeggiano la posa della prima pietra. 


Vuoi rimanere sempre aggiornato sul progetto?
Segui il nostro profilo Facebook ANFFAS BASSANO